ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
inserisci la tua mail per ricevere
le news di Simat.

BENVENUTO IN SIMAT
Se sei interessato ai più innovativi prodotti per la diagnosi dell'auto ti offriamo una gamma completa di apparecchi e servizi per la manutenzione di autoveicoli, motocicli e veicoli pesanti.
  
  
  
  
  
  
  
SCEGLI IL TOP
Per la costante crescita professionale dell'autoriparatore, la SIMAT sceglie Bosch come partner formatore e la sua vasta gamma di prodotti formativi, così che l'officina possa ...
Tecnologia avanzata soprattutto per i pneumatici rigidi UHP e RFT fino a22 " - Punto di riferimento per robustezza e solidità - Facilità e Velocità - Controllo ...
Contagiri universale di nuova generazione, compatibile MCTCNet 2. Progettato in conformità con il decreto DM/628 e successive circolari, il contagiri M2-EOBD permette di affiancare la ...
Una sintesi delle soluzioni di adeguamento del Centrafari alla normativa Net2.

Maggiore sicurezza della vettura con i prodotti Tecnotest: il Simulatore di carico stradale “principe” della gamma

Manutenzione e riparazione sono fondamentali per mantenere in efficienza tutti i dispositivi che equipaggiano un’auto, non bastano componenti di alta tecnologia. Proprio questo è stato il filo conduttore di una serie di progetti di ricerca e sviluppo che ha dato alla luce gli ultimi nuovi prodotti che Tecnotest ha presentato agli addetti ai lavori negli ultimi mesi.

Tecnotest ha voluto sottolineare, in una serie di giornate a tema in cui si sono tenute presentazioni tecniche teoriche e pratiche degli strumenti, quanto gli ultimi prodotti della gamma e in particolare il Simulatore di carico stradale, vadano in questa direzione.
 
Il Simulatore di carico stradale
Presentato e illustrato agli addetti ai lavori in tutta la sua completezza di funzioni, permette una diagnosi del motore a 360 °.
E’ un banco prova che, grazie a un sistema di rulli controllati da un freno elettromagnetico a correnti parassite che determina una forza contrapposta alla rotazione dei rulli, permette di simulare le condizioni di carico tramite una prova statica, evitando così la prova su strada necessaria per individuare il guasto prima , e verificare l’efficacia della riparazione dopo.
Disponibile nelle versioni per due e quattro ruote motrici, con possibilità di regolazione del banco in base al passo del mezzo, il Simulatore consente di sottoporre a verifica la maggior parte delle auto e dei veicoli commerciali circolanti.
Due sono le modalità di test possibili: la prova a velocità costante e la simulazione stradale.

Nel primo caso, tramite il palmare in dotazione, si imposta la velocità massima a cui effettuare il test, che non viene mai superata indipendentemente dalla potenza sviluppata dal motore (anche con l’acceleratore “a tavoletta” dunque): durante la prova è comunque possibile variare il limite pre impostato. Il carico resistente applicato alla ruota è calcolato in ogni istante dal microprocessore di controllo, servendosi dei segnali di velocità e coppia provenienti dai sensori del banco.

La seconda modalità, invece, permette di simulare la prova su strada, inserendo nel palmare quei dati che permettono di definire la resistenza al moto di una vettura ( CX, superficie frontale e massa del veicolo). Sono inoltre possibili personalizzazioni del software.
Il banco va utilizzato in concomitanza con una ventola centrifuga ( in dotazione ) di raffreddamento per evitare il surriscaldamento di motore e catalizzatore. Sono disponibili due ulteriori ventole più piccole, per una migliore aerazione dell’intercooler.
Il banco sviluppa una potenza al freno di 235kW (circa 300 CV) ed è autolimitato ad una velocità massima di 180 km/h nella versione base. Il Simulatore è predisposto per un upgrade con rulli di dimensioni maggiori (318x40mm invece di 240x12,5mm), freni a correnti parassite da 300kW (invece di 235kW) e per la trasformazione in banco prova potenza (con l’aggiunta di Pc, software specifico e aggiornamento elettronico).

I vantaggi offerti da questa soluzione sono molteplici, a partire dal tempo richiesto (anche solo pochi minuti) per una prova statica rispetto a quella su strada, nessun rischio di incorrere in multe o perdere punti patente per limiti di velocità non rispettati, nessun pericolo di incidenti stradali, niente traffico e così via.

Inserita il 21/02/2008 alle ore 9.19.19